Ultime notizie
Home » Attualità » Capo d’Orlando: chiusi i cancelli di Villa Piccolo
Piccolo

Capo d’Orlando: chiusi i cancelli di Villa Piccolo

Nella giornata di ieri, sabato 16 Aprile, un evento ha turbato la comunità orlandina: sono stati chiusi i cancelli della storica Villa Piccolo di Capo d’Orlando

Villa Piccolo rappresenta uno dei monumenti artistici e culturali più importanti, non solo per il Capo d’ Orlando, ma per tutta la provincia di Messina; costruita nel XX secolo, intorno agli anni venti, fu la dimora dei baroni Piccolo e dei tre figli: Casimiro Piccolo, Lucio Piccolo e Agata Giovanna. Ognuno dei figli aveva delle passioni: il primo dedicava buona parte del suo tempo alla fotografia, all’ occultismo e agli acquerelli ; il secondo fratello si concentrò per tutta la vita sulla scrittura, infatti è noto per le sue liriche; mentre la sorella era appassionata di botanica. Proprio dalla passione della sorella Agata, rimase in eredità alla Villa uno splendido giardino pieno di fiori e piante coloratissime che oggi è curato dalla Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella.

Questa fondazione nasce nel 1971, grazie al testamento del barone Casimiro Piccolo, con lo scopo di evitare he tutto il patrimonio culturale, naturalistico e artistico della Villa andasse perduto; infatti, ogni anno, la fondazione promuove degli eventi che sono dediti a valorizzare la cultura siciliana.

Nonostante l’ impegno e la buona volontà della comunità e della fondazione, si sa che le cose belle non sono destinate durare per sempre: infatti, sabato 16 Aprile 2016, i cancelli di Villa Piccolo si sono chiusi, accompagnati dalle dimissioni del presidente della Fondazione Piccolo, Giuseppe Benedetto. Questi eventi hanno una storia dietro che ha dell’ incredibile: infatti, la stessa fondazione, avrebbe dovuto ricevere dalla regione Sicilia circa 180 mila euro, fruttati da una mostra a Taormina dove furono esposti i quadri di Casimiro Piccolo; ma la regione non può consegnare questi soldi perchè mancano.. soltanto 50 centesimi!

L’ aggiunta della mancanza di questi soldi ha portato la fondazione verso il collasso, e dunque, a prendere una decisione così drastica. Ma la comunità non ci sta: sui social molti orlandini hanno esposto il loro pensiero, dagli studenti ai genitori, nessuno vuole che un luogo così emotivamente importante per il paese, dove la cultura e l’ arte si incontrano, venga chiuso e abbandonato a se stesso, negando così la possibilità di godersi uno spettacolo unico.

Salvare la cultura, la bellezza e l’ arte che caratterizza la nostra regione dovrebbe essere un dovere civico: e alla chiusura di quella finestra con vista su Salina, Capo d’ Orlando dice di no.

E nella speranza che quei cancelli si riaprano al più presto, dona anche tu 50 centesimi alla Regione Sicilia per salvare Villa Piccolo.


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre notizie e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Carlotta Bottaro

Carlotta Bottaro
20 anni, studentessa all'Università di Messina presso il corso di laurea di Management d' Impresa. Amante dell' arte e della cultura, in particolar modo dei libri. Tanti sogni, molta volontà per realizzarli.

Check Also

unnamed

Quinta edizione del Gran Galà del volley Messinese

GRAN GALA’ DEL VOLLEY MESSINESE QUINTA EDIZIONE; IN UN “PALACULTURA” GREMITO, ALLA PRESENZA DEL PRESIDENTE …