Ultime notizie
Home » Prima Pagina » Giro, Nibali crolla negli ultimi chilometri

Giro, Nibali crolla negli ultimi chilometri

Lo squalo dello stretto, non in perfette condizioni, deve arrendersi alla straordinaria forma fisica e atletica di Kruijswijk, sempre più leader della corsa. Chaves sempre in seconda posizione. Bene anche Valverde, che conquista il terzo posto superando proprio Nibali.

L’altimetria della diciassettesima tappa del Giro d’Italia.

Doveva essere la tappa della verità, la tappa in cui Vincenzo Nibali avrebbe dovuto riscattarsi dalla prestazione negativa riportata nella crono scalata individuale delle Alpi di Siusi. Così, però, non è stato. Lo squalo non è riuscito a ridurre le distanze che lo separavano dagli uomini di testa, Chaves e Kruijswijk, a causa di una condizione atletica abbastanza discutibile che ha incrementato il distacco del messinese dai suoi rivali; dopo un andamento costante, sempre nel gruppo dei migliori, Nibali ha provato a fare selezione lungo il Passo della Mendola, seguito da Valverde e dalla maglia rosa, quest’ultima sempre in pieno controllo.

Il gruppo dei migliori, eccenzion fatta per Chaves che aveva perso qualche secondo, ha proseguito compatto per tutta la discesa fino al Fai della Paganella, quando Valverde ha alzato i ritmi potenziando il suo andamento e portandosi in testa, subito accompagnato dal leader olandese Kruijswijk, alla sua ruota fino al traguardo; la reazione che ci si aspettava, quella di Nibali, non è arrivata, con il siciliano dell’Astana in evidente difficoltà nel cambiare i ritmi della sua corsa che ha perso contatto fino a farsi prima raggiungere e poi superare dal colombiano Chaves, rimasto momentaneamente indietro.

Un flop quello della sedicesima tappa che fa pensare ad una preparazione non adeguata o a qualche problema fisico per lo squalo, consapevole, in questa fase, di non essere il solito atleta di fare la differenza; proprio per questo motivo i medici e i preparatori atletici della squadra kazaka si affretteranno in questi giorni ad effettuare accertamenti per capire se ci sono problemi o no. Intanto il siciliano scende in quarta posizione, superato da Valverde che fa sua la tappa Bressanone-Andalo; aumenta il distacco da Chaves e Kruijswijk, rispettivamente secondo e primo a 1’43” e 4’43” dal trentunenne messinese.

La tappa odierna, con partenza da Molveno ed arrivo a Cassano D’Adda per un totale di 196 km, non dovrebbe apportare particolari modifiche e variazioni alla classifica generale visto il percorso caratterizzato da diverse ondulazioni fino al km 120, per poi regolarizzarsi lungo un rettilineo che accompagnerà gli atleti in gara fino alla conclusione.


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre notizie e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Carmelo Previti

Check Also

unnamed

Quinta edizione del Gran Galà del volley Messinese

GRAN GALA’ DEL VOLLEY MESSINESE QUINTA EDIZIONE; IN UN “PALACULTURA” GREMITO, ALLA PRESENZA DEL PRESIDENTE …