Ultime notizie
Home » Messina Calcio » Ci pensa Madonia: la vendetta è servita

Ci pensa Madonia: la vendetta è servita

Decisive le reti di Madonia, autore di una doppietta che consente ai giallorossi di abbattere il Catania. Agli ottavi la vincente tra Taranto e Cosenza.

Il Messina ottiene la sua vendetta e supera il turno di Coppa Italia vincendo e convincendo contro un Catania mai realmente pericoloso. A decidere il derby una doppietta di un ottimo Madonia, che approfitta di due errori della difesa etnea.

Lucarelli riparte dal suo classico 4-3-3, confermando Berardi tra i pali. La linea difensiva è composta dalla coppia centrale Maccarrone-Bruno, con De Vito sull’out di sinistra e Mileto sulla corsia esterna di destra a rilevare Grifoni.

Madonia firma il gol del vantaggio.

In mezzo al campo riposa Foresta; le chiavi del centrocampo sono affidate a Musacci, affiancato da Capua e Mancini che agiscono da mezz’ali. Il reparto avanzato vede la presenza di Pozzebon come terminale offensivo, supportato da Milinkovic e Madonia.

CRONACA

Primo tempo    Il Messina entra in campo col piglio giusto, prendendo immediatamente in mano il pallino del gioco e provando a mettere in difficoltà gli etnei. E’ Milinkovic il più intraprendente tra i biancoscudati, pericoloso in due circostanze nei primi minuti, prima con un tiro al volo, di controbalzo, che si spegne alto e, poco dopo, con un traversone insidioso che mette in apprensione la retroguardia rossoblu.

Dopo un quarto d’ora di grande intensità, i ragazzi di Lucarelli abbassano i ritmi di gioco e gli ospiti vengono fuori.

Al 27’, però, lampo del Messina che trova il vantaggio: Madonia sfrutta uno svarione della retroguardia etnea che, a causa di una indecisione dell’esterno destro De Rossi, consente alla punta giallorossa di incunearsi tra i due difensori avversari e di battere Pisseri.

Giallorossi galvanizzati dal gol  e in pieno controllo della partita, pronti a dettare i tempi e ad amministrare il tutto con trame offensive di grande qualità. Etnei pericolosi soltanto nel finale con un tiro-cross di Russotto che impegna l’estremo difensore peloritano Berardi, reattivo nella respinta.

Non accade nient altro nei primi 45 minuti. Buon Messina nella prima frazione, cinico e padrone del campo, in grado di saper gestire il punteggio senza particolari difficoltà.

Secondo tempo    Il Catania rientra in campo con più convinzione rispetto alla prima frazione, per cercare di trovare la rete del pareggio, ma si scontra contro un Messina roccioso e duro ad arrendersi. Al 9’ gli etnei avrebbero anche la possibilità di pervenire al gol ma Silva spreca tutto e da ottima posizione spara alto.

Al 61’ è l’ex Fornito a provarci con un calcio di punizione dai 25 metri che costringe Berardi alla deviazione sopra la traversa.

I giallorossi attendono gli avversari e ripartono in contropiede. Al 70’ ci prova Pozzebon, di testa, su suggerimento di Milinkovic, ma il suo tentativo si spegne a lato.

Il Catania non ci sta e si riaffaccia in avanti, spaventando i supporters biancoscudati con una verticalizzazione che porta Anastasi alla conclusione, sulla quale Berardi si supera e salva il risultato, deviando la sfera in corner.

Madonia festeggia il gol del vantaggio sotto la curva.
Madonia festeggia il gol del vantaggio sotto la curva.

Lucarelli preferisce coprirsi e getta nella mischia Angelo Rea al posto di Pozzebon. Si passa dunque al 5-3-2, con Milinkovic e Madonia in avanti. Ed è proprio Madonia, al 79’ a chiudere la gara dopo un errore di Nava che, nel tentativo di spazzare il pallone, sbaglia l’intervento e mette il numero 11 a tu per tu con Pisseri: botta sotto la traversa e rete del 2-0, con Madonia che firma la sua doppietta personale.

L’ultima occasione degna di nota è un tiro di Calil in pieno recupero, con un tiro dalla distanza che termina di poco fuori.

Finisce così, il Messina supera il Catania per 2-0 e ottiene la rivincita dopo la sconfitta in campionato grazie ad uno splendido Madonia e ad una squadra sempre sul pezzo, supportata da un pubblico pronto ad incitare i propri beniamini dal primo all’ultimo istante. Agli ottavi di finale la vincente tra Taranto e Cosenza.

TABELLINO GARA

Messina   2

Catania    0

Marcatori: Madonia 27’ (M) – Madonia 79’ (M)

Messina (4-3-3): Berardi; Mileto, Maccarrone, Bruno, De Vito (dall’81’Grifoni); Mancini (dal 66’ Akrapovic), Musacci, Capua; Milinkovic, Pozzebon (dal 77’ Rea), Madonia.

Catania (4-3-3): Pisseri; De Rossi, De Santis, Nava, Djordjevic; Scoppa, Silva (dal 67’ Barisic), Fornito (dall’83’ Piermarteri); Russotto, Calil, Piscitella (dal 54’ Anastasi).

Arbitro: Sig. Manuel Volpi di Arezzo.

Assistenti: Sig. Ruben Liberato Angotti di Lamezia Terme e Sig. Danilo Ruggeri.

Ammoniti: Maccarrone (M) – Scoppa (C) – De Santis (C).

Note: 2000 spettatori circa.


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre notizie e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Carmelo Previti

Check Also

Quinta edizione del Gran Galà del volley Messinese

GRAN GALA’ DEL VOLLEY MESSINESE QUINTA EDIZIONE; IN UN “PALACULTURA” GREMITO, ALLA PRESENZA DEL PRESIDENTE …