Ultime notizie
Home » Messina Calcio » Messina, è confusione totale: il Lecce passeggia al Franco Scoglio

Messina, è confusione totale: il Lecce passeggia al Franco Scoglio

I biancoscudati crollano sotto i colpi di Caturano, autore di una doppietta, e Persano. Secondo KO consecutivo per gli uomini di Lucarelli.

Confusione totale. Pochissime idee e tanti errori. Il Messina si arrende senza reagire di fronte ad un Lecce lucido e molto organizzato, che non rischia nulla e risulta letale ai padroni di casa appena aumenta i ritmi. I giocatori di casa escono tra i fischi della curva. Mattatore della gara l’ex Caturano, autore di una doppietta.

SUPREMAZIA –  Lucarelli riparte dal 4-4-2 contro un Lecce ambizioso e ben organizzato in mezzo al campo. Musacci affianca Mancini a centrocampo, Marseglia e  Grifoni avanzano sugli esterni, mentre Milinkovic agisce a supporto di Pozzebon.

Dopo un avvio lento con le due squadre in una lunga fase di attesa, il match si accende intorno alla metà della prima frazione ; gli ospiti aumentano i ritmi e, dopo qualche segnale di preavviso dalle parti di Berardi, riescono a trovare la via della rete grazie ad un rigore generoso decretato dal direttore di gara e realizzato da Caturano.

Messina stordito, la reazione c’è ma è confusa e le poche sortite offensive dei biancoscudati non raggiungono l’obiettivo sperato. Il nervosismo cresce e il Messina soffre la supremazia territoriale pugliese che amministra il vantaggio senza particolari problemi.

Poche idee per i ragazzi di Lucarelli, i quali rischiano di capitolare a fine primo tempo se non fosse per un ottimo Berardi, bravo a farsi trovare pronto sulla botta ravvicinata di Caturano. Ma il gol è nell’area e arriva in pieno recupero con Persano, in grado di concretizzare al meglio una ripartenza dopo un errore di De Vito in mezzo al campo.

Peloritani assenti sia mentalmente che fisicamente, partita senza senso nei primi 45 minuti. Troppa la differenza tra le due compagini.

NORMALE AMMINISTRAZIONE –  La ripresa inizia per come era finito il primo tempo. Il Lecce detta i ritmi, il Messina è in confusione e decide di aspettare nella propria metà campo gli avversari, non riuscendo a trovare lo spunto giusto per reagire.

Poche le occasioni da ambo i lati, gli ospiti controllano agevolmente il risultato. Tanti gli errori e le indecisioni nei siciliani, pericolosi solo con Marseglia che scalda i guantoni di Gomis con un tiro dal limite.

Il Messina è prevedibile, senza lucidità e a dieci dal termine il Lecce fa il tris, ancora con Caturano, libero di staccare di testa in area e trafiggere l’estremo difensore peloritano.

Non accade più nulla, il Lecce passeggia al Franco Scoglio su un Messina privo di idee, che chiude tra i fischi. Secondo KO per 3-0 in pochi giorni, dopo il tonfo esterno di Melfi.

MESSINA   0

LECCE   3

MARCATORI  Caturano (L) al 19’ p.t. e al 34’ s.t.; Persano (L) al 46’ p.t.;

MESSINA (4-4-2): Berardi; Ionut (dal 21’ s.t. Saitta), Rea, Bruno, De Vito; Grifoni (dal 26’p.t. Ferri), Mancini, Musacci, Marseglia (dal 29’ s.t. Madonia); Milinkovic, Pozzebon. All. Lucarelli.

LECCE (4-3-3): Gomis, Ciancio, Cosenza, Drudi, Contessa; Vutov (dal 17’ s.t. Lepore), Tsonev (dal 25’ s.t. Mancosu), Fiordilino; Caturano (dal 38’ s.t. Freddi), Persano, Doumbia. All. Padalino.

ARBITRO Sig. Giosué Mauro D’Apice di Arezzo.

NOTE  Spettatori 1000 circa    Ammoniti Cosenza, Marseglia, Musacci, Ionut   Corner 3-6    Recupero 1’ e 3’.


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre notizie e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Carmelo Previti

Check Also

Quinta edizione del Gran Galà del volley Messinese

GRAN GALA’ DEL VOLLEY MESSINESE QUINTA EDIZIONE; IN UN “PALACULTURA” GREMITO, ALLA PRESENZA DEL PRESIDENTE …