Ultime notizie
Home » Messina Calcio » Messina-Siracusa: le pagelle dei giallorossi

Messina-Siracusa: le pagelle dei giallorossi

Migliore in campo Pozzebon, autore di una splendida doppietta e grande protagonista della gara: per lui anche un rigore sbagliato. Milinkovic è immarcabile, Foresta non si ferma un istante. In difesa bene Palumbo, non al meglio della condizione.

Inizia nel modo migliore la stagione del Messina in questo nuovo campionato di Lega Pro, una gara quella col Siracusa che ha permesso al tecnico Marra di trarre spunti importanti per il futuro e una vittoria che consente ai biancoscudati di proiettarsi nel modo migliore all’attesissimo derby della prossima settimana contro la Reggina. Grande prestazione di Pozzebon, che firma una doppietta e sbaglia anche un rigore; brilla Milinkovic, bene anche Palumbo. L’unico sotto la sufficienza è il portiere Russo, non perfetto in alcune circostanze.

RUSSO: Voto 5. Esordio non brillantissimo con la maglia giallorossa per il portiere abbruzzese. Non molto sicuro nelle uscite a palla alta, sbaglia nell’azione del gol del pareggio ospite, non riuscendo a trovare il tempo nella presa.

PALUMBO: Voto 6.5. Torna in riva allo stretto dopo la scorsa stagione e il pesante infortunio che non gli ha consentito di scendere in campo per 9 mesi. Nonostante la condizione fisica non ottimale, viene lanciato dall’inizio e dimostra grande personalità e sicurezza.

DE VITO: Voto 6. In una difesa in piena emergenza, il difensore peloritano viene schierato da centrale e si fa trovare pronto nel chiudere le iniziative avversarie e nella marcatura dell’ex compagno Scardina, confermando di essere un ragazzo di grande affidamento e qualità.

IONUT: Voto 6. Impiegato sulla fascia sinistra, si comporta ottimamente sia in fase di spinta, andando anche vicino al gol nella ripresa, sia in fase difensiva, mettendosi a disposizione dei compagni con grande umiltà e sacrificio.

MILETO: Voto 6. Buona prova anche per lui, bravo negli anticipi e propositivo. Si destreggia bene sulla fascia, con ottima personalità e margini di crescita sempre maggiori.

MUSACCI: Voto 6.5. Prende le redini del gioco del Messina, con aperture e verticalizzazioni in profondità di grande rilevanza. Esordio da capitano, è pronto a mettere la sua esperienza a disposizione della squadra.

FORESTA: Voto 7. Il 20enne arrivato in prestito dal Crotone nel corso di questa sessione estiva di calciomercato è l’uomo in più dei giallorossi in mezzo al campo; abile, astuto, non si ferma un attimo e garantisce corsa e velocità nella manovra. Vinto il ballottaggio con Capua a centrocampo, Marra lo lancia dal primo minuto. Si procura il rigore del momentaneo 1-0 con un ottimo inserimento.

BALDASSIN: Voto 6. Buona la sua interpretazione della partita, che ha consentito alla squadra ottime occasioni in ripartenza. Nel primo tempo va in gol, ma la gioia dura solo un attimo, complice l’intervento del direttore di gara che non convalida.

MADONIA: Voto 6.5. Recupera importanti palloni nella zona offensiva, gettando in campo anima e cuore. Esordio positivo per l’ex Akragas; è sempre presente nelle azioni da gol della compagine dello stretto.

MILINKOVIC: Voto 8. La sua velocità e il suo cambio di passo improvviso sono una spina nel fianco per la difesa siracusana. Fantasia, corsa e tanta qualità sono gli elementi che lo caratterizzano. Il numero 10 inventa il passaggio per il rigore procurato da Foresta, poi realizza il definito 3-1 nel finale, chiudendo la gara.

POZZEBON: Voto 8.5. E’ il protagonista assoluto dell’incontro: firma l’ 1-0 su rigore nel primo tempo e trasforma in rete un lancio dalle retrovie, sfruttando la profondità. In mezzo anche un secondo penalty sbagliato. Sacrificio e grinta per il numero 9 del Messina, pronto a far sognare i tifosi con i suoi gol.

MARRA: Voto 6.5. Bravo a non stravolgere gli schemi tattici dopo una sola settimana di lavoro e a lavorare sulla testa dei suoi calciatori dopo le recenti vicende societarie che hanno scosso l’ambiente. Dopo il 2-1, sceglie di inserire Capua (Senza Voto), un centrocampista, al posto di Madonia per rinforzare la linea mediana e proteggere il risultato: scelta intelligente che porta i suoi frutti e permette al Messina di consolidare la vittoria.


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre notizie e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Carmelo Previti

Check Also

unnamed

Quinta edizione del Gran Galà del volley Messinese

GRAN GALA’ DEL VOLLEY MESSINESE QUINTA EDIZIONE; IN UN “PALACULTURA” GREMITO, ALLA PRESENZA DEL PRESIDENTE …