Ultime notizie
Home » Cultura » #SiciliadaScoprire: Montalbano, “il borgo dei borghi”
montalbano
Bellissima foto della via lattea scattata da Francesco Gullì

#SiciliadaScoprire: Montalbano, “il borgo dei borghi”

Montalbano Elicona dal 2015 è uno dei borghi più belli d’Italia, riconoscimento che è stato attribuito da Camila Raznovich e Dario Vergassola nel corso della trasmissione di Rai Tre “Alle falde del Kilimangiaro”.

Il paese di Montalbano Elicona, che si trova in provincia di Messina nell’entroterra del Golfo di Patti, ha vinto lamontalbano competizione che ha messo in gara prima 40, poi 20 comuni d’Italia, con l’eliminazione diretta decretata dal televoto degli spettatori. Tra i venti finalisti, uno per ogni regione d’Italia, è stato scelto il comune siciliano.

L’origine del nome della città, ancora incerto, deriva forse dalle parole latine Mons Albus, con riferimento ai monti innevati o all’antico nome del monte su cui fu realizzato un castello per volere di Federico II d’Aragona, e dal termine arabo al bana, che significa “luogo eccellente”. Mentre l’appellativo Elicona risale senz’altro alla colonizzazione greca.  Le prime testimonianze sull’esistenza del borgo risalgono all’XI secolo.

Il borgo è suggestivo, le sue case sono costruite sulle pendici di questa altura, in un percorso in salita che giunge al maniero posto a 907 metri sul livello del mare. L’abitato si è sviluppato appunto attorno al castello, in posizione montalbanodominante verso Nord, sulla costa tirrenica, difronte alle Isole Eolie. A Ovest si apre la catena dei Monti Nebrodi e a Sud si innalza l’Etna.

L’elemento storico architettonico più significativo di Montalbano Elicona è il Castello che domina un tessuto urbano medioevale irregolare e tortuoso, che si snoda su e giù per i vicoli adattandosi alla conformazione del promontorio roccioso. Mentre alcune parti del Castello risalgono al periodo normanno-svevo, altre invece risalgono al periodo svevo-aragonese. Al periodo svevo risale, ad esempio, la muratura perimetrale merlata che rappresenta la configurazione difensiva “a saettiere” più importante e meglio conservata della Sicilia.

Di recente istituzione il Museo delle armi bianche e il centro per lo sviluppo del borgo medievale.

Tra gli eventi di interesse vi sono le Feste Aragonesi, l’evento più importante delle manifestazioni estive previste a Montalbano e solitamente si svolgono tra il 10 e 20  agosto. Durante questo periodo si avrà modo di rivivere un’esperienza unica nel suo genere. Tramite rappresentazioni e animazioni verrà ricreata nel borgo l’atmosfera del XIV secolo e sarà così offerta ai visitatori la possibilità di immergersi nella realtà che ha segnato il paese nebroideo nel Medioevo. La Manifestazione comprende Giochi Medioevali, Cavalieri, sbandieratori, musici, montalbanofalconieri, giocolerie e duelli all’arma bianca, botteghe dei mestieri medievali ecc.

Un’altro evento di interesse è la rappresentazione religiosa del Presepe Vivente che si svolge nel quartiere  Serro. I figuranti vestono nella maniera del popolo di Gerusalemme. Ognuno di loro è inserito nel proprio ambiente naturale, mostrando il mestiere antico, che alcuni ancora oggi esercitano con maestria come lavoro primario. La suggestione dei vicoli illuminati dalle torce incanta i visitatori.

I boschi del territorio circostante, la Riserva orientata di Malabotta, custodiscono un vero tesoro misterioso, una serie di megaliti, che per la loro dimensione e forma potrebbero essere simboli astronomici preistorici. Le formazioni rocciose dell’altopiano dell’Argimusco sono naturali e già in tempi antichi hanno fatto di quest’area un luogo sacro, dove si consumavano riti propiziatori.

E’ possibile raggiungere Montalbano dall’Autostrada A20, Messina-Palermo, uscire allo svincolo di Falcone e proseguire per 18 km fino a destinazione. Da Catania si può risalire l’autostrada A18 fino allo svincolo di Fiumefreddo quindi procedere sulla strada Linguaglossa-Randazzo-Santa Domenica Vittoria, raggiungendo il bivio di Favoscuro e quindi proseguendo per Montalbano Elicona.


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre notizie e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Deborah Bertolino

Deborah Bertolino
Studente dell'Università di Messina, iscritta al corso di laurea di Scienze Politiche e delle Relazioni internazionali. Appassionata di cultura, giornalismo e...della mia Terra!

Check Also

unnamed

Quinta edizione del Gran Galà del volley Messinese

GRAN GALA’ DEL VOLLEY MESSINESE QUINTA EDIZIONE; IN UN “PALACULTURA” GREMITO, ALLA PRESENZA DEL PRESIDENTE …