Ultime notizie
Home » Messina Calcio » Fa più rumore un albero che cade che un……Foresta che cresce

Fa più rumore un albero che cade che un……Foresta che cresce

 

Marra si è detto stupito da questo giocatore;la curva, imbufalita per la sconfitta contro la Paganese, al suo passaggio trasforma i fischi in applausi veri.

Di chi stiamo parlando? Dell’inesauribile Foresta

Gara da dimenticare da parte del Messina,che dopo aver espugnato appena una settimana fa Catanzaro,conferma il tabù Paganese dell’ex _mg_0616-2Grassadonia.

Gara da dimenticare dicevamo,reparto offensivo sterile,difesa dove le toppe sono più della stoffa e centrocampo inesistente.

In questo grigiume generale spicca lui: Giovanni Foresta.Onnipresente.

C’è da difendere e lo trovi li,insieme agli altri a difendere, si costruisce un’azione offensiva e lo vedi li, a suonare la carica.

Senza dubbio il più costante in queste prime 7 giornate di campionato,prestazioni sempre sopra la sufficienza, e la grinta a compensare la tecnica.

Giovanni Foresta, a detta di mister Marra è uno che ha scalato le gerarchie della squadra.

Appena arrivato infatti,racconta Sasà Marra, i giocatori da schierare ce li aveva in mente , e tra questi non figurava Foresta._mg_5545

Risultato? 7 gare,sempre titolare,617 minuti giocati su un totale di 630,spesso il migliore in campo.

La facilità di in inserimento con la quale spesso spacca la partita,grazie anche_mg_5393 alla grande intesa che ha maturato con Milinkovic e Ferri, lo ha fatto diventare fondamentale per la manovra offensiva della squadra, un’azione jolly da usare nelle condizioni adatte.

La grinta e la voglia di superare i limiti tecnici invece lo hanno fatto diventare il beniamino della curva intera.

Dicevamo a inizio articolo ” gara da dimenticare” che infatti è finita con fischi e cori di protesta nei confronti della squadra; uno s_mg_0217olo è stato esente dai fischi:”Foresta”,che al suo passaggio sotto la curva ha trasformato i fischi in applausi,segno che i tifosi, al di là del risultato,vogliono un atteggiamento giusto e che si dimostri l’attaccamento alla maglia,come ha ribadito mister Marra in conferenza stampa; e queste due cose il folletto di Catanzaro le sta ampiamente dimostrando.

In mezzo ai caos societari,alle contestazioni della curva,al punto di penalizzazione è emersa questa nota positiva.

Come si suol dire,fa più rumore un albero che cade che un….Foresta che cresce.

 

 

 


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre notizie e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Claudio Andò

Claudio Andò
se son d' umore nero allora scrivo frugando dentro alle nostre miserie: di solito ho da far cose più serie, costruire su macerie o mantenermi vivo...

Check Also

unnamed

Quinta edizione del Gran Galà del volley Messinese

GRAN GALA’ DEL VOLLEY MESSINESE QUINTA EDIZIONE; IN UN “PALACULTURA” GREMITO, ALLA PRESENZA DEL PRESIDENTE …