Ultime notizie
Home » Prima Pagina » Psicologia, 10 buoni motivi per scegliere la sede di Messina
logo_unime

Psicologia, 10 buoni motivi per scegliere la sede di Messina

Spazio riservato agli studenti che intendono iscriversi alla Triennale L-24.  10 motivi per cui scegliere di studiare Psicologia a Messina

Spazio riservato agli studenti che intendono iscriversi alla Triennale L-24. 10 motivi per cui scegliere di studiare Psicologia a Messina:

  1. IL CRITERIO DI ACCESSO NON E’ IL SUPERAMENTO DI UN TEST D’AMMISSIONE, MA IL VOTO DI DIPLOMA DI SCUOLA SUPERIORE
  2. L’OFFERTA DIDATTICA E’ AMPIA E COMPLETA
  3. IL PIANO DI STUDI E’ ORGANIZZATO IN MODO DA FACILITARE L’ACQUISIZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE COMPETENZE
  4. SONO PREVISTE LEZIONI FRONTALI INTERATTIVE E OPPORTUNITA’ DI ESPERIENZE PRATICHE GUIDATE E DI STAGE IN AMBITO PROFESSIONALE PRESSO ENTI CONVENZIONATI
  5. IL CORPO DOCENTE E’ DISPONIBILE E ALTAMENTE PROFESSIONALE
  6. UNA RETE DI RELAZIONI SCIENTIFICHE E PROFESSIONALI, NAZIONALI ED INTERNAZIONALI, OFFRE FREQUENTI POSSIBILITA’ DI AMPLIAMENTO FORMATIVO E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE
  7. VIENE OFFERTO UN SUPPORTO PERSONALIZZATO E CONTINUO DA PARTE DI TUTTO IL PERSONALE DOCENTE E AMMINISTRATIVO E UN INFO POINT GESTITO DA STUDENTI SENIOR
  8. E’ DISPONIBILE UNA FUNZIONALE PIATTAFORMA ONLINE
  9. L’ACCESSO ALLA RETE INTERNET E’ GRATUITO TRAMITE L’INSERIMENTO DELLE PROPRIE CREDENZIALI
  10. E’ OFFERTA LA POSSIBILITA’ DI COMPLETARE L’INTERO PERCORSO FORMATIVO (TRIENNALE E MAGISTRALE) E DI SOSTENERE L’ESAME DI ABILITAZIONE ALL’ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE NELLA STESSA SEDE

 

MODALITA’ DI ACCESSO: in seguito alla pubblicazione di un bando di selezione, viene stilata una graduatoria di tutte le richieste pervenute, in base al voto di maturità, in linea con le indicazioni della Comunità Europea.  Tale criterio, differente da quello più diffuso dei test di accesso, garantisce maggiore oggettività e trasparenza. Possono confermare l’immatricolazione i primi 300 in graduatoria (il numero dei potenziali iscritti è il massimo previsto per questa classe di laurea a livello ministeriale). Sono ovviamente previsti scorrimenti della graduatoria, fino ad esaurimento della stessa, nel caso di eventuali rinunce.

 

 

 

DESCRIZIONE DELL’OFFERTA DIDATTICA.

Il piano di studi proposto consente allo studente di acquisire conoscenze e competenze specifiche e trasversali a tutti gli ambiti della Psicologia. La sequenzialità delle materie tra primo, secondo e terzo anno è gerarchica, al fine di facilitare l’apprendimento attraverso un graduale approfondimento delle tematiche.

Durante il primo anno, gli studenti seguono prevalentemente studi di base della Psicologia e, sin da subito, hanno la possibilità di mettere in pratica quanto studiato tramite attività pratiche guidate, seminari e momenti di approfondimento.

Durante il secondo anno, gli studenti avranno modo di studiare alcuni aspetti più applicativi della Psicologia (esempio: interventi di prevenzione e di supporto).

Durante il terzo anno, vengono proposte discipline che consentono di acquisire le prime conoscenze utili per operare in ambito clinico applicativo.

Fondamentale è il tirocinio previsto al III anno. Quest’attività permette da un lato di osservare come opera uno psicologo nel suo ambito lavorativo, dall’altro di iniziare ad applicare (opportunamente supervisionato) quanto appreso durante gli anni precedenti.

 

 

 

Descrizione sintetica del triennio:

  1. Il primo anno del Corso introduce gradualmente allo studio della Psicologia, offrendo una visione generale completa e d’ampio respiro (per es. affrontando corsi come Fondamenti metodologici della psicologia; Fondamenti di psicologia dello sviluppo; Storia della filosofia; Struttura e funzionamento del sistema nervoso; Fondamenti filosofici della psicologia; Pedagogia, etc.). Alle lezioni frontali, si affiancano i laboratori, in cui ciascuno studente, con la supervisione dei docenti, “sperimenta” personalmente le modalità di realizzazione di una ricerca in ambito psicologico, dalla consultazione della letteratura scientifica internazionale, alla formulazione delle ipotesi, la somministrazione di strumenti psicologici, quali, ad esempio, questionari self report e test psicologici, fino all’elaborazione e interpretazione dei risultati. Si integrano, in tal modo, i laboratori di inglese, informatica e metodologia della ricerca psicologica.
  2. Al secondo anno, lo studente, una volta acquisite le indispensabili conoscenze psicologiche di base, si addentra in discipline, sempre di ampio respiro, ma con un’attenzione maggiore agli aspetti applicativi, con riferimento ad alcuni ambiti specifici, come quello educativo e scolastico, in linea con gli sbocchi occupazionali previsti per questo particolare corso di laurea.
  3. Al terzo anno si collocano discipline più tecniche come Psicologia clinica, Psicologia sociale, Psicologia dell’orientamento scolastico e professionale, che offrono maggiori opportunità di approfondimento teorico-pratico in alcuni altri settori della Psicologia. Allo studio di queste discipline, segue la pratica vera e propria: il tirocinio. Il tirocinio viene attuato al terzo anno perchè lo studente possa essere “preparato” ad affrontare le svariate dinamiche presenti in questa sezione del mondo del lavoro: il tirocinante, con la supervisione del tutor, potrà verificare direttamente ciò che ha studiato e applicare in contesti professionali le teorie e le tecniche studiate.

Per assicurasi che lo studente si attenga alla sequenzialità del percorso formativo e tragga vantaggio dall’organizzazione gerarchica dell’apprendimento, vengono posti alcuni criteri per essere ammessi da un anno del corso a quello successivo:

  1. Per accedere al secondo anno, lo studente dovrà conseguire 20 CFU e ottenere l’idoneità relativa alla frequenza delle attività laboratoriali previste per il 1° anno.

 

  1. Il passaggio al terzo anno richiede invece l’acquisizione di 80 CFU. L’attestazione di idoneità relativa alla frequenza delle attività laboratoriali previste per il secondo anno è invece richiesta per l’ammissione al tirocinio.
  2. Per conseguire il Diploma di Laurea è infine necessario aver completato le attività formative dell’intero corso, che comprendono: il superamento di tutti gli esami, comprese le idoneità relative alle attività laboratoriali, l’attestazione di frequenza con esito positivo delle attività di tirocinio e il superamento della prova finale, per un ammontare complessivo di 180 CFU.

 

Per avviare la pre-iscrizione, accedere al seguente link: http://ww2.unime.it/psicologia/l-24/index.html

Per eventuali chiarimenti scrivere apsicolar@unime.it

oppure alla Coordinatrice: Prof. Quattropani  mquattropani@unime.it

 


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre notizie e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Federica Sapienza

Federica Sapienza
Studentessa universitaria e libero artista presso Area Teatro. Semplice ma non troppo. Appassionata di lettura,musica,moda,cinema e bambini. Fan del divertimento, amante della vita.

Check Also

unnamed

Quinta edizione del Gran Galà del volley Messinese

GRAN GALA’ DEL VOLLEY MESSINESE QUINTA EDIZIONE; IN UN “PALACULTURA” GREMITO, ALLA PRESENZA DEL PRESIDENTE …