Ultime notizie
Home » Attualità » Sicilia da amare. Colori, sapori, musica e passioni
Foto di Giuseppe Sorrenti

Sicilia da amare. Colori, sapori, musica e passioni

Vacanze romane? No, vacanze messinesi in quel della Sicilia

La Sicilia, locus incantevole, da sempre meta ambita da colonizzatori limitrofi , si conferma ancora una volta come una tra le isole più ambite per un viaggio. Non poche sono infatti le navi crociera che approdando a Messina, lasciano che i proprio passeggeri si incammino su questa terra all’insegna di un viaggio fra colori, sapori e odori di ogni tipo.

A Messina, per esempio, è possibile ammirare grandi opere d’arte all’interno del Museo Peloritano, nel quale ritroviamo opere come la Resurrezione di Lazzaro del Caravaggio o ancora la la Scilla dello scultore Giovanni Montorsoli.

Gli amanti della storia dovrebbero invece recarsi a Capo d’Orlando, vicino Messina, così da visitare il Castello d’Orlando. Probabilmente, lo stesso nome della città richiama la storica leggenda del paladino Orlando, che vi si recò dopo essere tornato da una missione fuori nazione.

Per chi volesse invece lasciarsi alle spalle le lunghe giornate lavorative, al fine di ripartire con il piede giusto e un’adeguata carica energitica, sarebbe ideale la tappa delle Isole Eolie.  A Vulcano vi è una spiaggia di sabbia nera con note zone sulfuree adiacenti alla zona dei fanghi, dove migliaia di persone s’immergono tutto l’anno, per ottenere i benefici per la pelle, per le malattie ossee e quelli respiratori. Nella zona dei fanghi, si distinguono tre zone: la “Pozza” dei fanghi; il “ mare caldo” o “acque calde”; le fumarole.

Ancora, per gli appassionati del Commissario Montalbano è possibile visitare Tindari frazione del comune messinese di Patti, caratteristico per i suoi laghi salati.

Ma la Sicilia non si esaurisce qui. Altri luoghi fanno riferimento all’entro terra siculo, nel quale si possono visitare Agrigento con la sua Valle dei Templi e la suggestiva Scala dei Turchi.  Spostandosi invece verso la parte orientale, si scorge la costa tra Catania e Siracusa, che offre una visione panoramica accostata a quella greca, seppur con ovvie angolazioni diverse. Concludendo il tour con un salto a Palermo, capitale dell’isola e centro storico ricco di bellezze naturali e culturali. Degne di attenzione sono per l’appunto luoghi  artistico-naturali come Monreale, Cefalù o Erice.

Forse, questa breve presentazione dell’isola, potrebbe giustificare l’ammirazione che Goethe nutriva per l’isola trinacria dai mille colori. Lo stesso scrisse infatti: «La purezza dei contorni, la morbidezza di ogni cosa, la cedevole scambievolezza delle tinte, l’unità armonica del cielo col mare e del mare con la terra…chi li ha visti una sola volta, li possederà per tutta la vita». (J. W. Goethe, “Viaggio in Italia”, 1817) .


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre notizie e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Federica Sapienza

Federica Sapienza
Studentessa universitaria e libero artista presso Area Teatro. Semplice ma non troppo. Appassionata di lettura,musica,moda,cinema e bambini. Fan del divertimento, amante della vita.

Check Also

Quinta edizione del Gran Galà del volley Messinese

GRAN GALA’ DEL VOLLEY MESSINESE QUINTA EDIZIONE; IN UN “PALACULTURA” GREMITO, ALLA PRESENZA DEL PRESIDENTE …